Nuovo telescopio!

Qualche settimana fa è arrivato il nostro nuovo telescopio: si tratta di un riflettore Dobson di 30 cm (12 pollici), f/5, prodotto artigianalmente dalla Sumerian Optics. Il nome del modello è “Alkaid” (nome preso in prestito dalla stella più brillante dell’Orsa Maggiore). È arrivato, ben imballato, il 3 agosto.

Questo telescopio, nonostante sia un riflettore di 30 centimetri, è estremamente compatto: si riduce in una valigetta di legno grande come un bagaglio a mano, e dal peso di soli 15 kg.

Tutti i pezzi (specchio primario, secondario, lunette, focheggiatore, supporto del secondario…) – tutto si incastra perfettamente come a tetris, con l’eccezione delle barre che formano la struttura truss, che però si svitano a metà e sono anch’esse trasportabili facilmente.

Il motivo per cui abbiamo scelto un telescopio con una montatura così leggera (e costosa, per essere un Dobson di questa apertura) è proprio per la possibilità di trasportarlo in aereo come bagaglio a mano, e poter quindi tornare dall’Inghilterra sulle Alpi o in Sicilia per fare osservazioni del cielo, e in generale poterlo portare ovunque… magari sotto il cielo australe, un giorno?

 

IMG_20170803_173149

 

IMG_20170803_173157

IMG_20170803_175308
È letteralmente una valigetta!
IMG_20170803_175620
Il primario con il suo coperchio.
IMG_20170803_181531
Montaggio della base.

IMG_20170803_182753

IMG_20170803_183535
Chi è più alto?

Marco ha sostituito il piccolo paraluce (nella foto qui in alto) con un telo di stoffa che copre completamente il tubo: due giorni, per lui, di taglia e cuci.

La sua prima luce, il 12 agosto, è stata sfortunata: c’era troppa umidità per fare osservazioni. (Quella notte, però, abbiamo visto tantissime stelle cadenti… Lo racconto nel post Perseidi e Pizza )

Sempre quella notte, abbiamo trovato diverse difficoltà nell’allinearlo e soprattutto nel collimarlo. Ancora non possiamo dare un parere su questo strumento, ma adesso è con noi in Italia e, se tutto va bene, la prossima settimana trascorreremo un paio di notti sull’Altopiano del Nivolet, sulle Alpi occidentali.

Al controllo sicurezza di Heatrow non abbiamo incontrato nessuna difficoltà nel far passare il nostro bagaglio “peculiare”.

20818970_10214245400993976_1103521088645465669_o
All’aeroporto, dopo il controllo sicurezza.
IMG_20170816_085633.jpg
Sopra le montagne…

Non vedo l’ora di fare finalmente osservazioni con questo strumento: rispetto al mio Dobson, di 20 centimetri, è molto più luminoso. Sono molto curiosa di scoprire fin dove possiamo arrivare.

Giocando con centinaia di palline di polistirolo.

 

Advertisements

One thought on “Nuovo telescopio!”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s