Il cielo ad occhio nudo – parte 4

Continua da Il cielo ad occhio nudo – parte 3.

In ogni stagione, alcune stelle più brillanti delle altre risplendono alte durante la notte. È possibile immaginare dei semplici asterismi che le colleghino tra loro e aiutarsi così a riconoscerle e ad orientarsi. Sono asterismi che spaziano quindi per grandi aree di cielo e legano tra loro stelle di diverse costellazioni.

Cielo invernale

D’inverno è visibile il “triangolo invernale” (“winter triangle” o “great southern triangle“, perchè localizzabile osservando verso sud). Esso collega tra loro Sirio, stupenda stella bianca e la più luminosa del cielo, Betelgeuse, la gigante rossa dallo spiccato colore rossastro, e Procione, anch’essa una stella bianca.

winter_triangle-crop
Il “triangolo invernale” collega le stelle più luminose del cielo invernale: Sirio, nel Cane Maggiore, Betelgeuse, in Orione, e Procione, nel Cane Minore. La debole scia della galassia invernale di sfondo. Immagine dal software Stellarium e modificata in Gimp.

l'”esagono invernale” (“winter hexagon” o “winter cicle”) collega le sette stelle più luminose dell’inverno. Betelgeuse si trova al centro di questo asterismo. L’esagono invernale comprende anche le costellazioni del Toro, dell’Auriga e dei Gemelli. Aldebaran, l’occhio del Toro e sovrapposta all’ammasso aperto dell’Iadi, è una gigante arancione e anche il suo colore  arancio è facilmente riconoscibile. Capella, nell’Auriga è una stella bianca. Castore e Polluce, nei Gemelli, sono la prima una doppia visuale, formata da due stelle bianche, e la seconda è invece giallo-arancio.

winter_exagon
L'”esagono invernale”, che comprende le costellazioni di Cane Maggiore e Minore, Orione, Toro, Auriga, Gemelli. Immagine dal software Stellarium e modificata in Gimp.
af3-04_72
The equatorial Milky Way, Sirius to Capella (portrait format, with western horizon). Orion, Hyades, Pleiades, Sirius, Betelgeuse, Aldebaran, Capella, Castor and Pollux. Akira Fujii/DMI. — Cliccate sull’immagine per raggiungere l’originale.

Cielo primaverile

È poco conosciuto invece il “triangolo primaverile” (“spring triangle”), l’asterismo che unisce Spica, nella Vergine, Denebola, nel Leone, e Arturo, nel Bovaro.

spring_triangle
Il “triangolo primaverile”, che collega le stelle più luminose del cielo di primavera: Spica, nella Vergine, Denebola, nel Leone, Arturo, nel Bovaro.

Spica, la “spiga di grano” nella mano della Vergine, è una stella bianco-azzurra. Arturo è giallo-arancio, mentre Denebola è una stella bianca. Si trovano ai vertici di un triangolo praticamente equilatero.

screenshot_20170222_165824
Costellazione della Vergine. Immagine dal software Stellarium.

Un’area di cielo incredibile per l’osservazione del profondo cielo, perchè qui è è proiettato l’ammasso di galassie più vicino a noi: il L’ammasso della Vergine. Se si esplora questa parte di cielo anche solo con dei piccoli telescopi, si incontrano centinaia di galassie – risulta quasi difficile orientarsi.

Cielo estivo

Le costellazioni del Cigno e dell’Aquila si stendono sullo sfondo della maestosa Via Lattea estiva, gonfia e intricata di polveri scure. Vega, nella Lira, raggiunge quasi lo zenit nelle notti d’agosto.

Le tre stelle del “triangolo estivo” (“summer triangle”) sono tutte e tre brillanti stelle bianche.

summer_triangle-crop
Il “triangolo estivo” collega le stelle più lumonose delle notti d’estate: Altair, nella costellazione dell’Aquila, Deneb, nel Cigno, e Vega, nella Lira. La scia della galassia estiva, ricca di polveri scure. Immagine dal software Stellarium e modificata in Gimp.
af3-22_72
The Summer Triangle, eastern horizon. Vulpeca, Saggita, Vega, Altair and Deneb. Credir: Akira Fujii/DMI. — Cliccate sull’immagine per raggiungere l’originale.
Advertisements

1 thought on “Il cielo ad occhio nudo – parte 4”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s