Milano solitaria. Luci, buio. Orphans di Dennis Kelly.

Respiro l’inverno che avanza: l’aria oggi è più fredda dei giorni scorsi. Il parco dove ho appena corso è immerso in una nebbbia bianchissima, i sentieri ricolmi di foglie cadute. Attendo la brina prima dell’alba, le pozzanghere ghiacciate, il cielo limpido e tagliente come un rasoio. Mi ritrovo ad attendere il primo nevischio, se non addirittura la neve.

-Di che spettacolo si tratta?-

-È  un… thriller.-

Ad inizio ottobre ho fatto l’abbonamento studenti al teatro Elfo Puccini, che si affaccia sul Corso Buenos Aires a Milano. È  un teatro che amo molto – Morte di un commesso viaggiatore La calata di Orfeo mi hanno emozionato profondamente gli anni scorsi. Il primo spettacolo che ho visto quest’anno è stato Orphans di Dennis Kelly, regia di Tommaso Pitta.

IMG_20161101_114356.jpg
Locandina dello spettacolo.

È stato uno spettacolo bellissimo e disturbante.

Vi era in scena una psicosi evidente e altre celate e più fondamentali. La realtà continuava a modificarsi, diventando sempre più malsana. L’ultima delle tante “verità” raccontate -la definitiva, paradossale e nerissima verità- è congelante.

orphans_0699_foto-massimo-scoponi-450x450

orphans_0701_foto-massimo-scoponi-450x450

orphans_0677_foto-massimo-scoponi-450x450

Scene dello spettacolo. Credit: Teatro Elfo Puccini.

Questa serata è stata anche occasione di una interessante chiacchierata con un altro spirito solitario (che saluto, se legge!).

Come ho scritto in alcuni post precedenti, ho scoperto lo strano, malinconico fascino di trascorrere una sera da sola tra le luci di Milano, rimanendo fuori dopo l’università, andando a sentire un concerto di musica classica o a vedere uno spettacolo teatrale.

Il mio compagno si è trasferito all’estero ad inizio luglio, e ho colto l’occasione per fare questo esperimento. Il primo concerto solitario è stato Ian Anderson a Villa Arconati, il 18 luglio.

27793494353_e49cb490a9_z.jpg
The Best of Jethro Tull, Villa Arconati Music Festival. Credit: Angelo Redaelli.

Sono poi stata a LaVerdi e al Conservatorio in occasione di MiTo.

IMG_20160930_205054.jpg
Rach 3, La Verdi. Lilya Zilberstein al pianoforte.

Credo di amare Milano sempre di più.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s